L’innovazione che parla italiano

12/09/2016 - Admin

(Foto Riscattiamo la Scienza - Cnr)Nasce alla Farnesina un premio che mira a porre in evidenza i ricercatori e gli “startupper” di successo italiani che si sono distinti all’estero. I bandi per la partecipazione sono stati lanciati dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese) attraverso le Ambasciate italiane all’estero.

Il premio – che è diviso in due categorie: a) Italian Bilateral Scientific Cooperation Award  e b) Start Up Tecnologiche italiane che operano all’estero –  è presentato nei seguenti Paesi: Argentina, Australia, Austria, Brasile, Canada, Cina, Danimarca, Egitto, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, India, Israele, Messico, Paesi Bassi, Repubblica di Corea, Russia, Serbia, Spagna, USA, Sudafrica, Svezia, Svizzera e Vietnam.

a)      La categoria “Italian Bilateral Scientific Cooperation Award” è pensata per scienziati e ricercatori italiani che abbiano dato un significativo contributo al progresso della scienza e della tecnologia nella prospettiva della cooperazione scientifica bilaterale con uno dei paesi previsti dal Bando. Le candidature ricevute saranno esaminate da un Consiglio scientifico costituito, oltre che da MIUR e MAECI, da Presidenti dei principali Centri di ricerca e Rettori di Università italiani.

b)      La categoria “Start Up Tecnologiche italiane che operano all’estero” mira a individuare “startupper” italiani di successo attivi all’estero. Possono candidarsi cittadini italiani soci fondatori di Startup tecnologiche che operino in uno dei Paesi previsti dal bando. Il premio è organizzato dal MAECI in accordo con PNICube, Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition Locali. I candidati saranno valutati da un Comitato scientifico di investitori, imprenditori ed esperti, oltre a rappresentanti del MAECI e di PNICube.

Il premio consisterà in una medaglia e in un diploma del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, che sarà conferito in occasione della XX giornata degli Addetti Scientifici il 10 gennaio 2017, alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni e della Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini.

Per maggiori informazioni e candidature si invita a contattare le Sedi diplomatiche italiane nei Paesi dove il bando è presentato.



Fonte: UST MAECI

Paese: Tutti i paesi

SSD: Tutti i settori