ALL – vivere all’italiana: la scienza italiana in Serbia nel 2018

22/03/2019 - Admin

La Farnesina in collaborazione con MIBAC, MIUR, RAI, Società Dante Alighieri ed altri partner della diplomazia culturale ha lanciato nel 2016 il piano di promozione integrata dell’Italia all’estero “VivereALL’Italiana”. Il Piano ha l’obiettivo di proporre una strategia istituzionale di tutto il Sistema-Paese, che mira a rafforzare il nostro posizionamento nel contesto globale attraverso iniziative coordinate di promozione culturale, economica e scientifica.

Riportiamo di seguito le iniziative organizzate nel 2018 nell’ambito del piano di promozione integrata dall’Ambasciata d’Italia a Belgrado e dall’Istituto italiano di cultura in Serbia che hanno riguardato temi scientifici.

“Antica Roma”
Belgrado, 22 marzo.
Presso l’Istituto Italiano di Cultura, l’Associazione Collegium SPQR presenta la conferenza “Antica Roma”. Partecipano il Prof. Žika Bujuklic, professore ordinario di Diritto romano presso la Facoltà di Giurisprudenza di Belgrado, con un intervento sul tema “La Società romana e la società moderna europea: Paralleli” e il Prof. Petar Panic, insegnante di storia al liceo, che illustra l’argomento sulla vita privata dei romani.

Conferenza ”Why particle Physics matters”
Belgrado, 16 aprile.
Il Prof. Pable Cirrone ha tenuto la conferenza “Why particle physics matters” presso l’EU Info Center, evidenziando come dalle ricerche del gruppo di Fermi siano scaturite numerose applicazioni con cui quotidianamente ciascuno di noi viene ad incontrarsi.

L’eredità di Fermi
Belgrado, 17-30 aprile.
La Mostra ”L’eredità di Fermi” è stata inaugurata il 16 aprile presso la Biblioteca Nazionale per celebrare la I Giornata della Ricerca Italiana nel Mondo e per illustrare il grande contributo che i Ragazzi di via Panisperna hanno fornito nel campo della fisica atomica e delle particelle, È rimasta aperta al pubblico dal 17 al 30 aprile.

Conferenza “Impegno per il cambiamento sociale: andare oltre la resistenza
Belgrado, 19-21 aprile.
La VI Conferenza Internazionale del Gruppo degli studi per l’impegno sociale dell’Istituto di Filosofia e Teoria sociale dell’Università di Belgrado presenta, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura, la conferenza “Impegno per il cambiamento sociale: andare oltre la resistenza” con la partecipazione di esperti internazionali tra cui il Prof. Ugo Mattei dell’Università di Torino, la Prof.ssa Donatella della Porta della Scuola normale Superiore di Firenze e il Prof. Giuseppe Mastruzzo dell’International University College di Torino.

Conferenza internazionale “Neutralno”
Novi Sad, 9-10 maggio.
L’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado partecipa alla Conferenza internazionale “Neutralno”, organizzata dalla Fondazione “Novi Sad 2021” sulla gestione e sulla sostenibilità degli spazi culturali.

Teatro e migrazione. Teatro, nazione e identità: tra migrazione e stasi
Belgrado, 10 luglio.
S’intitola “Teatro e migrazione. Teatro, nazione e identità: tra migrazione e stasi” la conferenza mondiale dell’International Federation for Theatre Research 2018. L’IIC Belgrado presenta il prof. Massimo Bergamasco, ordinario di Meccanica applicata, fondatore del Laboratorio di Robotica Percettiva presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa il cui intervento si intitola “Immersive virtual reality applied to the theatre”.

“La fine della Grande Guerra nei Balcani 1918-1923”
Belgrado, 12 settembre. Novi Sad, 13 settembre. Nis, 14 settembre.
L’Istituto di Studi balcanici dell’Accademia Serba delle Scienze e delle Arti di Belgrado e la “Mission du centenaire de la Première guerre mondiale” di Parigi organizzano il convegno scientifico internazionale “La fine della Grande guerra nei Balcani 1918-1923” a Belgrado, Novi Sad e Nis. L’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado partecipa al convegno presentando tre storici, il Professor Alberto Basciani, il Professor Luciano Monzali e il Professor Luca Riccardi.

“Shared commitment in crisis. Social ontology, engagement, and politics”
Belgrado, 28-29 settembre.
Nell’ambito della seconda Conferenza Internazionale del Gruppo per la filosofia pratica e l’ontologia sociale dell’Istituto di Filosofia e Teoria sociale dell’Università di Belgrado, l’Istituto Italiano di cultura presenta il Prof. Francesco Guala dell’Università di Milano.

“Di quali biblioteche abbiamo bisogno?”
Belgrado, 26 ottobre.
L”IIC Belgrado partecipa alla conferenza internazionale “Di quali biblioteche abbiamo bisogno?” in occasione della 63° edizione della Fiera internazionale del libro. L’evento è organizzato in ambito EUNIC e vi partecipano esperti serbi e stranieri provenienti da Spagna, Francia, Austria, Germania e Italia con la Dottoressa Antinella Agnoli.

Tavola rotonda sulla legge Basaglia
Belgrado, 8 novembre.
In memoria di Franco Basaglia, iniziatore della riforma del servizio di salute mentale e a quarant’anni dalla Legge 180 il Centre for Public History, l’Istituto italiano di Cultura e l’associazione “Prostor” presentano la tavola rotonda intitolata “Storia del servizio di salute mentale: da deumanizzazione e alienazione alla psichiatria democratica”, cui partecipano Maria Grazia Giannichedda, presidente della Fondazione Basaglia e Franco Rotelli, psichiatra, uno dei principali collaboratori di Franco Basaglia.

Affresco: una tecnica italiana
Belgrado, 15 novembre.
L’affresco costituisce una delle tecniche più’ note e complesse sviluppate nel corso del tempo dagli artisti italiani. La dott.ssa Ana Lazic Filka illustra presso l’Istituto Italiano di Cultura le caratteristiche e i segreti che stanno dietro ai grandi capolavori.

 

Per ulteriori informazioni: https://www.esteri.it/mae/it/politica_estera/promozione-integrata-del-sistema/vivere-all-italiana.html



Fonte: esteri.it

Paese: Serbia

SSD: 00 - Diplomazia scientifica